Il Dr. Edward Zinke ha scritto questo saggio “What is faith?” che ho tradotto. Esso è stato pubblicato sulla rivista avventista DIALOGO universitario, vol. 16, nr. quattro, Anno 2011, edizione inglese.

La fede ha avuto un ruolo chiave nelle vite e nella predicazione di ogni messaggero di Dio. Poiché la fede è stato un fattore così importante per questi individui ordinati da Dio, è vitale per noi capire che cosa sia la fede. Potremmo analizzare la fede da un punto di vista umano per sviluppare una definizione. Nel nostro tentativo di scoprire la sua natura, potremmo esplorare la fede di uno storico nella formazione di una tesi, di uno scienziato nello sviluppo di un’ipotesi o di un banchiere nel concedere un mutuo.

Gli storici analizzano le loro fonti, determinando la loro probabile affidabilità e il modo in cui si relazionano con altri dati come quello dell’archeologia, della datazione, della climatologia, ecc. Dopo aver valutato i dati, li interpretano in base alla loro cornice storica di riferimento e visione del mondo. Sulla base di tale interpretazione, gli storici fanno una dichiarazione di “fede” riguardo alla realtà e al significato di qualche evento.

Anche gli scienziati raccolgono dati in laboratorio, li analizzano e poi li interpretano in base a fatti “noti”. Quindi sviluppano un’ipotesi, una dichiarazione di fede, su come i nuovi dati s’inseriranno nell’attuale modello scientifico. I banchieri eseguono un’attenta analisi prima di approvare un prestito, studiando fattori quali l’età, il sesso, la salute del richiedente, la cronologia dei pagamenti sui prestiti precedenti, il patrimonio netto e il reddito. Testano ogni criterio dall’esperienza bancaria corrente. Il funzionario bancario può concludere, in base alla combinazione di tali fattori, che esiste una possibilità del 99,8% che il richiedente rimborserà il prestito come concordato. Usando tali informazioni e facendo affidamento sulle loro capacità di analisi, i banchieri avranno abbastanza “fede” per essere disposti a concedere il prestito. Ogni esempio fonda la fede sulle prove dei dati raccolti e interpretati dal particolare modello dello storico, scienziato o banchiere. L’interpretazione porta quindi a una conclusione: una dichiarazione di fede. Un tale metodo per definire la fede usa un approccio umanistico, o centrato sull’uomo, alla conoscenza.

L’approccio umanistico alla fede pone la fiducia sul fondamento dell’ingegno umano, sulla capacità delle
persone di raccogliere, analizzare e interpretare le prove. Il concetto biblico di fede, tuttavia, è molto diverso.

La fede non è una creazione umana. È, piuttosto, quel dono di Dio che si basa sul potere divino invece che sulla realizzazione umana (Efesini 2:8; 1 Corinzi 2:5). La fede che ci permette di ricevere i doni di Dio è ugualmente dono. Nessun uomo può creare fede. Lo Spirito opera sulla mente umana illuminandola, creando fede in Dio. Nelle Scritture viene detto che la fede è il dono di Dio, potente a salvare, che illumina i cuori di coloro che cercano la verità come un tesoro nascosto.  

 Continuare la lettura sul PDF 

Download Che cos’è la fede? per scaricare il PDF di tre pagine.

©Pierluigi Luisetti